Music Score

Serie : UNA VITA PER LA CANZONE:
CLAMA ML-14
NARCISO PARIGI

Parlare di Narciso Parigi è parlare di Firenze stessa, dello spirito che anima i suoi abitanti, della bonaria cattiveria che serpeggia nelle musiche che la rappresentano e che hanno il loro culmine nello stornello popolare. Signore incontrastato di questo genere (incise molte serie, tutte stampate e ristampate più volte, tante da perderne il conto e da fargli dire di averci guadagnato la sua villa) Parigi è tuttavia una delle più belle ed amate voci della canzone italiana del dopoguerra, che nella popolarità affianca meritatamente quelle di Consolini, di Claudio Villa e di Tajoli, tanto per citarne alcuni. È nota non solo nella sua città natale, ma addirittura in tutto il mondo, tanto che ancora oggi ogni tanto è solito concedere una sua esibizione in uno dei continenti al di là dell’oceano.

Iniziò a cantare alla radio di Firenze ancora occupata dagli americani, e da lì la sua carriera si estese subito alla RAI, che da Firenze lo volle a Roma per i suoi programmi. Festival, gare di canzoni, la televisione ai suoi inizi, concorsi canori… a tutto egli prese parte, prima di cominciare diffondere anche in USA il suo nome e le sue canzoni. Come si è detto, era dotato di una voce molto bella e personale, che ad un certo punto gli servì per evidenziare i sottintesi dei testi degli stornelli toscani, che contribuì a diffondere in maniera davvero capillare e per i quali scrisse da solo i testi più arguti. Simbolo canoro della sua città, registrò anche alcuni divertenti duetti recitati a botta e risposta con l’altro toscanaccio del pedale Gino Bartali, tutti immortalati in una serie di dischi a 45 giri.

La nostra rivista si occupa di lui e della sua vita con un’ampia intervista biografica, e lo presenta in venti famose canzoni del suo primo periodo 1945-1955 incise per la CETRA, per la FONIT e per la PATHE su dischi oggi particolarmente rari e tecnicamente molto ben riuscite. La discografia (prima parte) è come al solito dettagliatissima e di grande utilità per i collezionisti, mentre una piccola serie di fotografie ce lo mostra da solo e con altri colleghi cantanti in varie occasioni musicali.


Narciso Parigi Narciso Parigi

 

  • Caterina vien da basso (Vidale)
  • Luna nuova
  • Il valzer dell’allegria (Vigevano-E. Frati)
  • Castellana bruna
  • Sul Lungarno (G.A. Marolla-G. Ancillotti)
  • Come cantava Roma (G. Sordi-Maccari)
  • Arno e Firenze - La Seine (N. Rastelli-Lafarge) con Brenda GIOI
  • Mamma bianca (A. Stazzonelli-M. Ruccione)
  • Cancello chiuso (U. Bertini-P.G. Redi)
  • Fontechiara
  • Mattinata romana (S. Nati-T. Fusco)
  • Perdonami (R. Morbelli-O. Sarra) dal film omonimo
  • Bocca sulla mia bocca
  • Chitarra malinconica (Basile-C. Caruso-Mazzuca)
  • Campana di bordo
  • La rondinella (G.C. Testoni-S. Taccani)
  • Vicolo nascosto (G.C. Testoni-D. Olivieri)
  • Firenze (O. Spadaro)
  • La Fetta’s “Les Bains”
  • Promesse di sempre e di mai (G.C. Testoni-V. Mascheroni)

  • E-mail
    Mail
    Ritorna alla home page
    Top
    Lista per Pubblicazione
    Pubblicazione
    Lista per artista
    Artisti
    Musical Instrument
    Cosa dicono di noi


    Music Score