Music Score

CLAMA CD-37 OTELLO(G.Verdi)
edizione quasi completa / near complete edition

Per tutta la sua vita, ogni collezionista di dischi d'opera cerca di conoscere le voci di alcuni cantanti che non incisero mai dischi ufficiali all'epoca del 78 giri. Quelli che avrebbero potuto farlo, ma non lo fecero, costituiscono perciò da sempre per noi un vero e proprio mistero: anche se presente in un orribile duetto con il tenore romano Francesco Marconi la voce di Antonio Cotogni ne è l'esempio più evidente.
Ma la caccia è sempre aperta, la voglia della novità e tanta, e perciò anche i dischi di cantanti di secondo piano, oppure non proprio di primissimo rango, diventano desideratissimi.
Ogni tanto sbuca da qualche angolo nascosto un misterioso provino che riporta la voce di questo o quel cantante, e ancora una volta l'esempio di Cotogni e dell'aria a lui attribuita da me e da Eddie Smith è lampante, come quello della melodia popolare cantata da Hariclea Darclée.
Dopo gli anni '35-'36 alcune voci non registrate prima (né dopo) incapparono talvolta nei microfoni della radio, e qualche raro privato provvide alla registrazione dal vivo, tra grossi problemi tecnici e artistici: tra questi proprio
Renato Gigli, che dotato di cospicue doti vocali e di un cognome forse ingombrante aveva debuttato nel 1933 e fino al 1952-53 (ma anche oltre) svolse un'intensa carriera che oltre che nei principali teatri italiani lo portò a cantare anche all'estero (ricordiamo le stagioni d'Opera Italiana olandesi, Malta, Spagna, il Sud America nel 1946-47, Londra…), sempre con ottimo successo e critica positiva.
Lo scoppio della guerra gli impedì di fissare la sua voce su disco malgrado le trattative già avviate: e solo nel 1947 una testimonianza di una certa consistenza "fermò" la sua arte vocale in una registrazione quasi completa di uno dei suoi personaggi più amati: a questa edizione di Otello purtroppo manca infatti l'intera prima parte del secondo atto fino a tutto il "Credo in un dio crudel" di Jago.
Tra l'altro non conservata molto bene (l'ascolto del primo quadro è molto disturbato), questa registrazione ci propone però anche la vocalità del baritono
Piero Biasini, praticamente sconosciuto malgrado una lunghissima e bella carriera e altro grande assente dalla discografia ufficiale; e quella della grande e da me amatissima cantante romana Gabriella Gatti qui nel suo personaggio più famoso e più desiderato, completato da quattro tra le sue più belle e rare registrazioni realizzate al culmine della carriera per la Cetra, testimonianza di una vocalità pura e cristallina di una cantante dotata di grande serietà umana e artistica oltre che di sensibilità e musicalità senza pari.
Il set è completato da un libro di circa 100 pagine contenente le uniche biografia e cronologia teatrale disponibili su
Renato Gigli e la discografia perfetta e dettagliata di Gabriella Gatti, il tutto illustrato da molte fotografie dei due artisti in costume e private di grande interesse.



  • RENATO GIGLI (Otello)
  • PIERO BIASINI (Jago)
  • GABRIELLA GATTI (Desdemona)
  • Salvatore De Tommaso
  • Bruno Vizzani
  • Ezio Achilli
  • Albino Gaggi
  • E. Weber
Orchestra RAI di Roma e Coro dir. Fernando PREVITALI registrato il 28.VI.1947


Gabriella Gatti Canta
  • L'ARIANNA (C.Monteverdi): Lasciatemi morire (Lamento di Arianna)
  • LE NOZZE DI FIGARO (W.A.Mozart): Porgi amor
  • OBERON (C.M.von Weber): Piangi, mio cuor
  • TANNHAUSER (R.Wagner): Salve, d'amor recinto eletto


E-mail
Mail
Ritorna alla home page
Top
Lista per Pubblicazione
Pubblicazione
Lista per artista
Artisti
Musical Instrument
Cosa dicono di noi


Music Score